About Us

 

 

Le Feste ISEF nascono nel lontano 1985, da un gruppo di studenti dell’Istituto Superiore Educazione Fisica (ora S.U.I.S.M.) di Torino. All’epoca le feste si svolgevano in un importante locale, sito in via Nizza all’altezza del numero 32, dove ora sorge un palazzo di nuova realizzazione: la discoteca si chiamava Studio 2. All’epoca in città vi erano molti appuntamenti, tutti caratterizzati da un pubblico che seguiva le mode del momento e dal ceto sociale di provenienza. Le mode erano dettate soprattutto dagli stili musicali e dal modo di vestire: dal lunedì alla domenica erano innumerevoli le serate con musica New Wave, Metal, Underground, Commerciale, Acid, Folk, Rap e Pop; come erano innumerevoli i party frequentati dai metallari, paninari, dark, truzzi, yuppies e via dicendo. I ceti sociali invece erano caratterizzati più dalla zona di provenienza della città e dall’università frequentata fino ad arrivare ad un’aggregazione di tipo politico (questi ultimi ! Ma ecco la novità, in concomitanza con i primi College Party americani, all’interno dell’Università di Scienze Motorie, un gruppo di amici capitanato da Chicco & Frumens si danno appuntamento una volta a settimana nella discoteca più famosa della città, non importa la moda del momento, non importa come ti vesti o cosa ascolti, non importa se sei della collina o della periferia, se sei di destra o di sinistra: l’unica cosa che conta è divertirsi! Il format vincente è un mix di spettacoli coreografici, coinvolgimento del pubblico mediante contest inventati ad’hoc, barzellette, cori di ogni tipo (richiestissime le canzoni dei cartoni animati dell’epoca: Heidi e Remi) e tanta buona musica: dai balli di gruppo modello Village People ai Depeche Mode, i Soft Cell e gli U2 fino alla prima house music! Una novità assoluta dell’epoca, che si inseriva in un giorno che rimarrà per sempre il “nostro giorno”, il mercoledì sera! La scelta del giorno fu dettata soprattutto perchè allo Studio 2 la programmazione era piena di serate: il giovedì era frequentato dai fighetti collinari e dai ragazzi di Architettura; il venerdì era invece frequentato dagli alternativi, dai ragazzi di Palazzo Nuovo e dagli amanti della musica rock e wave; al sabato si ascoltava la primissima house music con i ragazzi della Latin Superb Posse, un’avanguardia musicale che tutta l’Italia invidiava; mentre gli altri giorni il palinsesto era farcito di concerti che sono “ancora vivi nella memoria di molti: un Ligabue ancora agli inizi (22 novembre 1990 con la sua band i Clan Destino), i Casino Royale quando erano un gruppo ska, i Killing Joke che fecero tremare i muri del locale e poi i leggendari Fuzztones con il loro leader Rudi Protrudi” (cit. La Repubblica.it 10/2007). Finita l’era dello Studio 2, che prese fuoco misteriosamente una notte, le Feste ISEF si spostarono in diverse location, fino a trovare uno stabile rifugio presso una discoteca che ha fatto la storia del clubbing in città: il Naxos! E’ li che partì un nuovo progetto carico di talento ed ambizione, dal nome “Strani Ma Veri” che andava a sdoppiare la voglia di festa anche su una serata prima non considerata: il sabato sera! Nel frattempo, si fece avanti la nuova generazione della Facoltà di Scienze Motorie alla quale presto Frumens passò il testimone, guidata da Alessandro, colui che nel 2001 creò il gruppo acrobatico SONICS! Nel 1997 si cambia locale, si passa al Vertigo prima ed il La Gare poco dopo. Se fino a quel tempo in consolle ci fu il mitico Ricky Martini affiancato da Fabrizio Di Lorenzo, dal gennaio di quell’anno quest’ultimo viene sostituito da una “nuova leva” il resident dell’Hennessy di Pino Torinese: Walter Jim Benedetti. Inizia così ad evolversi anche la struttura della serata che partiva con le evoluzioni acrobatiche accompagnate da musiche ad alto impatto dei Sonics, una parte commerciale house giovane e bella spinta, per poi tornare ad un altro spettacolo acrobatico ed iniziare con una selezione più allegra e ballereccia classica dei party di quel tempo, contenente dal revival ai cartoni animati più in voga, il tutto “spiegato e condotto” da Alessandro in persona al microfono. Negli anni 2004 Alessandro lascia lentamente il testimone a Gianluca, gli impegni con i Sonics aumentano e piano piano verranno a mancare gli apporti acrobatici dei nostri amici impegnati ovunque nel mondo (vedi anche le performance mozzafiato eseguite allo spettacolo dell’inaugurazione delle Olimpiadi di Torino 2006 – Stadio Olimpico). Gianluca forma la nuova squadra con le nuove generazioni ISEF, siamo nel 2005, la concorrenza si fa dura e dal La Gare si passerà al Club 21 (di Corso Vittorio) oltre a fare delle One Night universitarie al Rock City. Cambia nuovamente l’impostazione della serata, oramai affidata ad un unico dj in consolle che a quel punto cambierà quello che era quasi uno schema rigido ed inviolabile delle serate: via i revival, via i cartoni animati, facciamo ciò che gli altri ancora non propongono ma soprattutto suoni freschi di matrice ibizenca che attirino di più le giovani leve! “Era il 2006, ricordo che Gianluca mi presentò Christian con il suo primo socio, Andrea. Non fu facile convincerli, avevano già un idea per la consolle, ma quel mercoledì lo sentivo una parte di me e trovammo l’accordo” [cit. Walter Benedetti]. Ha inizio un nuovo ciclo, vinile che suona, cassa che batte ed al microfono per la prima volta il “condottiero” Ivan A’Dam Mc!!! Si cambia velocemente ritmo in tutti i sensi, si tenta con successo un passo enorme, oramai il Club 21 ci sta stretto, si parte con lo Chalet del Valentino. Christian forma la nuova squadra, con il nuovo socio Loris, è il 2008, parte un movimento che culminerà con dei party dove l’affluenza batte un record dopo l’altro, dove una volta al mese la città si ferma per far festa, si…. proprio di mercoledì…. si…. ancora loro: le Feste ISEF! Nel 2008 arrivano anche le Bounce, corpo di ballo interno allo staff che porterà colore e darà forma ad una nuova modalità di intro serata con i suoi balletti a tema; mentre a fare da spalla a Walter arriva dj Gabo con le sue sonorità house and deep. Nel 2010 le Bounce si evolvono in MoonDance Ballet, le coreografie diventano una parte essenziale per il perfetto svolgimento del party, mentre dj Gabo cede il passo alla new entry Samuel W, in una consolle sempre più “bollente”! Il gruppo è sempre più ampio ed entusiasta, le feste sempre più belle ed attese, nel 2013 arriva Edo Bonafortuna a sostituire Samuel W, a conclamare un gemellaggio con gli amici dei The Mad, e con l’emergente Blavio pronto a dar manforte. Nel 2014 , la consolle è sempre più carica ed insieme a Walter Benedetti trovano spazio in date alterne Mr. Cugi, Cabox, mentre nel 2015 arrivano anche i Riverbros! Sempre nello stesso anno, Loris lascia l’organizzazione e Christian prenderà in mano la situazione circondandosi di un gruppo di “fedelissimi”, proprio mentre le Feste Isef festeggiano il loro 30° anniversario (incredibilmente la data coinciderà con le date di ritorno al futuro: 26 ottobre 1985 / 21 ottobre 2015). L’avventura continua e vengono macinati numeri da record, la base è sempre lo Chalet di Torino ed il 2016 è un’annata strepitosa! Ora non ci resta che aspettare l’appuntamento del mese…. si…. tutta la città farà festa…. si…. come sempre al mercoledì…. come sempre: Feste ISEF!!!!

Share Button

Commenti chiusi